“Io, la tua voce in Veneto”

Nella conferenza di sabato 04.01.2020 ho lanciato la mia sfida per il 2020 ed ho stilato, al termine della mia quinta legislatura in Veneto – la prima come vicepresidente vicario del Consiglio Regionale dopo 20 anni da Assessore –  una relazione del lavoro svolto negli ultimi anni, con particolare riferimento al territorio veronese.

Il ruolo che ho ricoperto nel mandato che va a concludersi era squisitamente politico e mi ha consentito, oltre a divenire il collante tra amministratori del territorio e Giunta Regionale, di tessere una serie di relazioni e di portare a casa risultati politici importanti per il Veneto e la Provincia di Verona.

Ecco un po’ di numeri, nelle 235 sedute svolte, il Consiglio Regionale ha approvato:
196 progetti di legge,
268 ordini del giorno,
224 mozioni e
18 pdl statali.

In generale la legislatura è stata contraddistinta da alcune tematiche che ci hanno visti sempre protagonisti come gruppo consiliare, mentre in due casi siamo stati addirittura i primi proponenti.
Parlo di:
– Legge sul consumo del suolo – Veneto 2050 – politiche per la riqualificazione urbana e la rinaturalizzazione del territorio;
– Legge sull’artigianato;
– Legge sulla cultura;
– Piano socio-sanitario 2019-2023;
– Referendum autonomia.
Di nostra iniziativa, insieme alla collega Donazzan, abbiamo proposto e fatto approvare la Legge sulle attività estrattive e la legge quadro sulla formazione.

 

Le tematiche che ho seguito con particolare attenzione e che credo dovrebbero rappresentare una priorità per qualsiasi buona Politica del territorio riguardano:

  • l’AMBIENTE  ho proposto:
  1. Grazie ad un mio emendamento è stata riconosciuta la valenza per la salute pubblica dell’attività ARPAV ed è stato garantito un finanziamento annuo di bilancio.
  2. Dopo 36 anni è stata approvata la nuova legge sull’attività di cava, con una prospettiva di tutela dell’ambiente e di concessione agli ampliamenti in ottica assai restrittiva.
  3. In attesa di approvazione da parte del Consiglio, ma con già all’attivo l’ok della Commissione consiliare, proposta per la limitazione dell’utilizzo delle bottiglie di plastica monouso, con impegno per gli enti pubblici di creare luoghi di erogazione di acqua pubblica sanificata.
  4. Lago di Garda: inserito con mio emendamento tra le priorità ambientali regionali. Sono stati stanziati i primi 200.000 euro per la realizzazione del collettore e da quest’anno è stato creato il “contratto di lago” come strumento regionale.
  • la SICUREZZA ho proposto:
  1. In attesa di esame da parte della commissione c’è la mia proposta di attribuire alla già esistente figura del Garante dei Diritti della Persona, le funzioni di garante dei diritti delle vittime di reato.
  2. Già approvato dal Consiglio regionale il mio emendamento per attribuire un finanziamento alla Polizia Locale dedicato all’acquisto di cani antidroga per la prevenzione davanti a scuole e in parchi pubblici.
  3. In attesa di esame da parte della Commissione è la nuova legge quadro sulla Protezione Civile.

 

  • in ambito di FORMAZIONE e LAVORO:
  1. Siamo riusciti, pur nelle ristrettezze economiche di un bilancio sempre più risicato, a garantire adeguati finanziamenti all’edilizia scolastica in tutti i comuni.
  2. Approvata la nuova legge su formazione e lavoro
  3. Grazie all’impegno dell’Assessore Donazzan è stato creato un nuovo modello di unità di crisi aziendale per le imprese in difficoltà, modello di successo che ha permesso di salvaguardare centinaia di posti di lavoro anche in aziende del nostro territorio come Ferroli, Knorr o Melegatti e che oggi viene studiato e replicato anche in altre regioni.

 

Siamo intervenuti a sostegno delle nostre piccole e medie imprese locali, garantendo supporto e sburocratizzazione.

 

Tutta l’attività si è resa possibile grazie ad un impegno costante sul nostro territorio, che ha fatto sì che Verona, spesso dimenticata dalle aule veneziane, sia stata rimessa al centro. La sfida per il 2020 riguarda un sistema Verona che deve decidersi a partire ed un Veneto che possa finalmente rimettere la nostra città e la nostra provincia al posto centrale che merita.